Archivio della categoria: Editoria

La Terra Sigillata Italica Liscia del Quartiere Ellenistico-Romano di Agrigento

La terra sigillata italica proveniente
dal Quartiere Ellenistico-Romano di Agrigento
costituisce un ricco complesso di attestazioni, che attraverso
l’esame delle forme, delle
decorazioni e soprattutto dei bolli, consente di ricostruire tempi
e modi della circolazione
del vasellame fine da mensa italico tra la media età augustea e
l’età flavia su un sito urbano,
che per la sua rilevanza rappresenta un campione estremamente
significativo della caratterizzazione
del mercato della Sicilia centro-meridionale rispetto al resto
dell’isola e dei suoi rapporti
con i centri di produzione e con le correnti di scambio che
attraversano il Mediterraneo.

Questo articolo e stato pubblicato in Editoria .

La Sicilia e il Gran Tour

La fortuna della letteratura, dell’arte e
dell’architettura della Grecia antica nel
Sette e Ottocento passa attraverso la riscoperta dei monumenti del
Mediterraneo in cui
la Sicilia ha un ruolo fondamentale. Come testimoniano i saggi
raccolti in questo volume,
con le prime indagini sulle antichità dell’isola condotte sulle
grandiose rovine
“della più bella città dei mortali” di pindarica memoria, Akragas
diviene tappa
fondamentale nel viaggio alla ricerca delle radici classiche della
cultura europea.
Un tema affascinante che attendeva finora un’analisi approfondita,
in cui l’antica Akragas,
epicentro di un racconto a molte voci, si presenta come meta e
summa memoriale di tutta la Sicilia.

Questo articolo e stato pubblicato in Editoria .

Agrigento. L’abitato Antico. Il Quartiere Ellenistico-Romano

Il Quartiere ellenistico-romano di
Agrigento rappresenta estesa e complessa esemplificazione
della organizzazione urbana di una città greco-romana in Sicilia.
Sito in un punto nevralgico
della maglia urbana della antica città, esso ha costituito per
oltre mezzo secolo campo di
sistematici interventi di scavo e di ricerche, i cui risultati
vedono con la presente monografia
la definitiva pubblicazione, con i dovuti approfondimenti sia nel
senso del riconoscimento delle
particolarità dell’architettura domestica sia nel senso delle
stratigrafie.
Inoltre la notevole messe di dati e di elementi, accumulatisi nel
tempo, ha trovato riordino e
organizzazione verso una considerazione non solo di moduli
struttivi e planimetrici, ma ancora
aperture per una lettura delle dinamiche socio-politiche di
contestualizzazione storica.
Il Quartiere, sorto su precedenti urbanistici tardo-arcaici,
riceve il suo impianto determinante
nel periodo tardo ellenistico e si sviluppa in età romana
imperiale sino alla decadenza tardo
antica, assommando in sé significati e vicende caratterizzanti la
città intera.
Alla monografia di base urbanistico-architettonica si assoceranno
nel tempo prossimo futuro singole monografie
riguardanti i materiali molteplici che hanno segnato la vita del
Quartiere.
Nel campo storico-religioso gli studiosi hanno rivolto la loro
attenzione alla trattazione
delle fonti di particolare significato, degli aspetti iatromantici
del culto nel vicino Oriente e in Egitto,
e di aspetti che coinvolgono astrologia, magia e medicina sul
piano letterario, filologico
e della cultura materiale, sino ai confini del culto tra
paganesimo e cristianesimo.

Questo articolo e stato pubblicato in Editoria .

Agrigento. Le Fortificazioni

Il quinto volume della serie di
monografie su Agrigento antica, edita dall’Assessorato Regionale
Beni Culturali e Ambientali – Parco Archeologico e Paesaggistico
di Agrigento, è dedicato alle antiche
mura di cinta e alle opere di difesa di età greco ellenistica. Si
tratta del primo studio monografico
sulle fortificazioni agrigentine, che presenta un quadro
dettagliato delle attuali conoscenze
sull’apparato difensivo della città antica, aggiornato sulla base
dei risultati dei primi scavi
sistematici condotti dopo le ricognizioni superficiali, i saggi e
gli studi settoriali ad opera
di E. Gabrici, P. Marconi e G. Ricci nei primi decenni del
Novecento. Le successive ricerche – condotte
prima dalla Soprintendenza (anni ’70, ’80 e ’90 del secolo scorso)
e, più recentemente e con più intensive
campagne, da parte del Parco Archeologico di Agrigento (2000-2005)
– hanno consentito di pervenire a risultati
importanti per una più approfondita e significativa lettura della
cinta muraria di Agrigento.Nel presente lavoro
corredato anche da una ricca documentazione fotografica e grafica,
particolare attenzione è stata dedicata ai
settori monumentali – che, peraltro, sono quelli meglio conosciuti
– connessi con le principali porte
d’ingresso ed al loro rapporto con la viabilità interna ed
esterna, con le zone urbane circostanti e
d in relazione agli eventi storici e alle vicende belliche
attraversate dalla città nei secoli: da Akragas ad Agrigentum.

Questo articolo e stato pubblicato in Editoria .

Il Culto di Asclepio nell’area mediteranea – Atti del Convegno Internazionale – Agrigento 20-22 novembre 2005

Il volume raccoglie gli Atti del Convegno
Internazionale tenutosi ad Agrigento il 20-22 novembre 2005 sul tema
“Il culto di Asclepio nell’area mediterranea”, nel quale il
fenomeno religioso è stato esaminato, da studiosi italiani e
stranieri, nell’ambito di un progetto scientifico che ha coniugato
competenze storico-archeologiche e storico-religiose.
Il complesso quadro dello sviluppo e della diffusione del culto di
Asclepio nel Mediterraneo,
la cui consistenza rappresenta un unicum nel panorama religioso
greco-romano, è stato illustrato
in tutti gli aspetti salenti nel più ampio contesto di analoghi
fenomeni religiosi presenti nell’area mediterranea.
Nel campo storico-archeologico gli studiosi hanno illustrato i
molteplici aspetti
del culto di Asclepio nella Grecia continentale, nell’Egeo,
nell’Asia Minore,
nell’ambiente italico, nel Nord Africa e nella Sicilia, con tutti i
problemi aperti di
ordine cronologico, architettonico, topografico ed iconografico
nonché rituali in connessione
con le fonti letterarie ed epigrafiche.
Nel campo storico-religioso gli studiosi hanno rivolto la loro
attenzione alla trattazione
delle fonti di particolare significato, degli aspetti iatromantici
del culto nel vicino Oriente e in Egitto,
e di aspetti che coinvolgono astrologia, magia e medicina sul
piano letterario, filologico
e della cultura materiale, sino ai confini del culto tra
paganesimo e cristianesimo.

Questo articolo e stato pubblicato in Editoria .

Progetto Scuola-Museo “La Valle dei Templi Tra Archeologia e Paesaggio”

Rientra tra le iniziative a carattere didattico, scientifico, divulgativo per la valorizzazione del Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento. I due contributi, “Il contesto storico – topografico, il circuito difensivo, l’evoluzione urbanistica ed architettonica della città greca” e “Riscoprire il paesaggio agrario della Valle dei Templi tra miti, storia, letteratura e tradizione” forniscono, in sintesi, gli elementi fondamentali per la comprensione dei grandi temi culturali che rendono la Valle celebre in tutto il Mondo. La pubblicazione vuole essere un ulteriore contributo allo sviluppo dei rapporti Parco-Scuola.

La Valle dei Templi tra Archeologia e Paesaggio

Questo articolo e stato pubblicato in Editoria .